Stoke City – Wigan 2-2

crouch
Ennesima partita buttata via dallo Stoke,incapace di chiudere una partita vinta. A parte la vittoria in FA Cup,nel replay casalingo contro il Crystal Palace,i Potters sono ancora alla ricerca della prima vittoria in campionato nel 2013.Questa volta non bastano 2 gol di vantaggio segnati da Shawcross al 23′ e Crouch al 48′ per portare a casa i tre punti,il Wigan accorcia le distanze al 50′ e conclude la rimonta al 61′,le due squadre hanno poi qualche occasione per portarsi in vantaggio ma alla fine si accontentano di un punto ciascuna.
Pulis evidentemente un pò stanco,schiera la squadra con una disposizione cervellotica non tanto per il modulo quanto per i giocatori che quel modulo dovranno interpretare: difesa a 3 con Huth,Shawcross nelle loro posizioni e a sorpresa Cameron,terzino destro, nell’inconsueta posizione di centrale difensivo,immagino con grande gioia di Upson;
a centrocampo tre centrocampisti centrali,anche qui Whelan e Nzonzi nei loro ruoli e Adam costretto a rincorrere gli avversari,nel ruolo che dovrebbe essere di Whitehead, inserito da Tony Pulis come ala tornante assieme a Etherington,in avanti la coppia Crouch-Walters.
Il tutto fino al pareggio del Wigan,dopo il quale il manager biancorosso si sveglia dal torpore e torna a mettere quasi tutti i giocatori al loro posto, togliendo Adam per Jerome e arretrando Walters,in difesa inserendo Wilkinson per Nzonzi torna la difesa a 4 con i giocatori al loro posto,ma ormai è tardi per proporre qualcosa di interessante.
Dalla grande vittoria contro il Liverpool dell’ormai lontano 26 Dicembre, lo Stoke City si è andato via via perdendo nella condizione fisica e nel gioco,fino a quel momento essenziale ma redditizio; i giocatori scelti dal manager gallese rendono,a parte pochissimi,solo quando la forma li sostiene se no la squadra diventa prevedibile e perforabile anche al Britannia,fino a poco tempo fa roccaforte inespugnabile.
E nel mercato di riparazione non sembra che le idee siano particolarmente brillanti al momento,e non vedendo colpi sensazionali all’orizzonte,credo che l’unico arrivo possa essere quello dell’americano Brek Shea,ala del Dallas FC; in giornata c’è anche stato un interesse del QPR per Peter Crouch che se portasse ad una cessione darebbe il via libera all’acquisto dall’Aston Villa di Darren Bent,centravanti di buona levatura,al momento relegato in panchina dopo le buone prestazioni di Benteke arrivato ai Villains dalla squadra belga del Genk.
Insomma sembra che al momento la confusione regni sovrana e se non arriverà qualche giocatore tecnico almeno a centrocampo,che possa affiancare Nzonzi assisteremo ad un grigio finale di stagione dei Potters, in lotta per il decimo posto che sarebbe senz’altro un buon traguardo ma dopo 5 anni di Premier League forse un risultato che suonerebbe come campanello d’allarme,i giocatori chiave o stanno invecchiando o verranno acquistati da grandi squadre,come avverrà senz’altro per l’ottimo portiere Asmir Begovic;se non ci sarà un rinnovamento tecnico importante non fatico ad immaginare i Potters la prossima stagione impegnati in battaglie più dure e senz’altro meno gratificanti.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s